STORIA
Lezzeno
 
Lezzeno

Hotel Villa Aurora a Lezzeno: 220 recensioni

Prenotazioni
 
Plants: image 1 0f 2 thumb Plants: image 2 0f 2 thumb

CENNI STORICI SU LEZZENO

Sappiamo che Lezzeno era già abitato in epoca romana come altre zone del lago, ma di questo periodo non abbiamo documenti o resti; se non un frammento di lapide funeraria murato alla base del campanile della chiesa Parrocchiale e databile al  I o II sec. D.C.

Dall’epoca dell’alto medioevo e fino al 1780 Lezzeno apparteneva alla Pieve d’Isola, il cui centro era appunto l’Isola Comacina. Durante Tutto questo periodo l’Isola fu un centro strategico e di comando nelle varie guerre, prima tra i Bizantini e i Longobardi, poi tra Como e Milano.

Non sappiamo quale fu il ruolo di Lezzeno in questi eventi, ma esistono ancora resti o edifici che testimoniano il ruolo strategico del paese: il castello della Cavagnola, che permetteva il controllo del centro Lago , la Torre di Vedetta di Rozzo, la casa Silva a Morbia.

Nel 1300 Lezzeno fu alleata dell’Imperatore e nella frazione di Rozzo si amministrava la giustizia (esistono ancora i resti delle torri carcerarie).

Dal 1535, con Carlo V di Spagna, Lezzeno passa sotto il controllo degli spagnoli e tale dominio durerà sino al 1736, quando la Lombardia passerà sotto il dominio dell’Austria.

Successivamente il controllo del territorio passerà ai francesi per poi ritornare agli austriaci sino all’unità d’Italia, senza che avvengano grandi eventi storici. E’ da segnalare, a titolo di curiosità, che nel 1500 Lezzeno è “famoso” per le sue streghe e che gli abitanti dei paesi vicini consideravano le donne delle streghe capaci di fare malefici sugli sfortunati che le avessero incontrate.

Documenti dell’epoca testimoniano il processo ad alcune donne lezzenesi accusate di stregoneria.

A cura del Prof. Gino Paolo Vaccani
Foto di Ercole Sala